Budino di riso

Generalmente la classica colazione italiana, inizia con un bel cornetto. Se vi capita di andare in toscana, vi consiglio di assaggiare una delle nostre specialità che potete trovare nella maggior parte dei bar; il budino di riso. E’ un dolce che viene mangiato non solo a colazione, ma anche dopo i pasti e quindi come vero e proprio dessert.

La ricetta di oggi è quella di mia nonna, e a differenza delle piccole paste che potete trovare nei bar, è a forma di torta e non presenta il guscio di la pasta frolla esterna. La maggior parte delle nonne toscane, preparava questa torta la domenica e la serviva o con crema o cioccolata calda.

Naturalmente questa è la classica ricetta a cui ho aggiunto il vin santo e se volete renderlo ancora più ricco potete aggiungere uvetta e pinoli. Per quanto adori il cioccolato, vi sconsiglio di aggiungerlo perché il sapore del riso è molto delicato e con la nota amara non si sentirebbe più. Tante persone aggiungono canditi o anche il cedro, io durante la cottura del riso con il latte, aggiungo la scorza del limone, che a fine cottura sarà molto morbida e poi sarete voi a decidere se toglierla del tutto prima di infornarlo o tritarla all’interno.

Valutazione ricetta

  • (5 /5)
  • (1 Rating)

Be Social